Google libri

Post del 2009.

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Ora, insieme agli autori, agli editori e alle biblioteche, siamo in grado di compiere un grande passo in avanti in questa missione

Siamo così giunti nell’era della letteratura elettronica: la svolta è arrivata questo anno quando Amazon (libreria on line) ha commercializzato la nuova versione del suo lettore di e-books, il Kindle, nel quale possono essere contenuti fino a 1500 libri,una possibilità fino a poco tempo fa quasi impensabile.

La Sony ha annunciato un accordo con Google,il principale motore di ricerca, per distribuire i suoi libri in formato elettronico.
Si chiamano e-book e non più libri e la differenza non è da poco; con i libri tradizionali hanno in comune solo il contenuto, il testo scritto da qualche autore. Per il resto sono due mondi lontani. Le differenze? Sono più o meno quelle che passano tra un vecchio e superato giradischi e un ipod.
Attualmente chiunque utilizzi Google per cercare qualsiasi tipo di informazione, viene condotto da questo motore di ricerca ad altre pagine web,non a un libro.
Ma tutto questo sta per mutare,per due fattori innovativi:da una parte la disponibilità di due macchinette che funzionano bene e costano poco,il Kindle di Amazon e il Sony reader, due lettori di libri elettronici che non rimpiazzano il libro come oggetto,ma rendono l’esperienza della lettura di un file sullo schermo decisamente più gradevole; dall’altra parte il lavoro che Google ha svolto in questi anni,attraverso il suo Google ricerca libri,che offre oggi circa dieci milioni di titoli.
Due fattori che potrebbero trasformare il 2009 appena iniziato nell’anno più importante per l’evoluzione del libro.
Certamente sì:infatti gli e-book fanno risparmiare agli editori i soldi della carta,della stampa e della distribuzione, oltre a consentire al nuovo lettore del terzo millennio la possibilità di avere in tasca migliaia di libri,di poterli consultare immediatamente e trovare così le informazioni di cui si ha bisogno,aprendo così nuovi scenari al libro.

Aggiungi un commento








Articoli correlati: