La vita segreta di Walter Mitty in libreria e al cinema

Walter Mitty è uno di quei personaggi che restano dentro e non si dimenticano, una persona come tante, con un’esistenza fatta di piccole certezze che rendono la vita più rassicurante e tranquilla ma anche più noiosa. Un piccolo eroe quotidiano che ha però come risorsa un grandissimo mondo interiore ed una fortissima capacità di immaginazione che lo porta a vivere nelle propria mente, sognando ad occhi aperti, tante avventure emozionanti degne di un super-eroe. Parliamo del protagonista di un libro – “La vita segreta di Walter Mitty” – scritto nel 1939 da James Thurber e ripreso poi in vari adattamenti cinematografici tra cui nel 1947 da Samuel Goldwin in “Sogni proibiti” e nel 2013 da Ben Stiller ne “I sogni segreti di Walter Mitty”.

Il libro è opera di uno scrittore/vignettista/fumettista/giornalista americano famoso per aver lavorato al “New Yorker” per circa trent’anni. È una raccolta di vignette che raccontano le avventure appunto di Walter Mitty, un uomo che può essere allo stesso tempo un chirurgo dal sangue freddo, un comandante di idrovolanti, un tiratore scelto di gran coraggio e tutto quello che la sue mente gli suggerisce di essere per sopperire ad una vita piatta e banale. Una piccola storia che è diventata un classico della narrativa americana.

To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to…to draw closer…to see and be amazed. That’s Life.” Questo è invece il motto della famosissima rivista fotografica Life (nata nel 1936) che pervade ed anima tutta la storia del film “I sogni segreti di Walter Mitty” di e con Ben Stiller, uscito a dicembre 2013. Mitty è un archivista che lavora da sedici anni con passione alla rivista Life ed ha ben poco altro che possa riempire la sua vita. Una mamma che sta per andare a vivere in una casa di riposo, una sorella attrice appassionata di yoga ed un grande amore ancora non dichiarato per una nuova collega di lavoro. Si rifugia così in brevi viaggi mentali in cui si immagina vite alternative ed eroiche.

Un giorno al suo arrivo in ufficio lo accoglie la notizia che la rivista sta per chiudere la sua edizione cartacea per spostarsi solo online. L’ultimo numero per finire in bellezza dovrà avere in copertina una foto scattata dal grandissimo Sean O’Connell, una colonna portante di Life e grande amico “a distanza” di Walter. La foto dovrebbe rappresentare la quintessenza della rivista ma purtroppo il negativo non si trova in nessun modo e sarà Walter, raccogliendo indizi e determinazione, a prendere il volo, passare finalmente all’azione reale ed andare a cercarla tra Groenlandia, Islanda ed Afghanistan respirando finalmente quella vita mai assaporata fino a quel momento.

Il quinto film alla regia di Ben Stiller è un potente e coinvolgente inno al coraggio, alla capacità di sognare, di lasciar andare le paure ed andare incontro al mondo con tutte le sue meraviglie senza cercare rifugio sicuro nel virtuale e nelle proprie familiari quattro mura. Un incentivo alla speranza e all’entusiasmo che porta a riscattare una vita poco soddisfacente perché dominata dalla paura di agire. Il tutto condito da umorismo, una strepitosa colonna sonora, splendidi paesaggi ed una storia emozionante che merita sicuramente una puntatina al cinema o in dvd tranquillamente sul divano di casa (ma senza esagerare con la pigrizia!).

I sogni segreti di Walter Mitty - Ben Stiller

Aggiungi un commento








Articoli correlati: