Il concerto dei Radiohead a Roma

C’eravamo anche noi ieri sera al mega-concerto dei Radiohead a Capannelle, ci è sempre piaciuto questo gruppo che da anni produce musica di alto livello, frutto di una ricerca seria e profonda.

Il concerto ha aperto il tour italiano del gruppo, e lo ha aperto, lo diciamo subito, molto bene. Due ore di splendida musica, eseguita con bravura, per i 25.000 di Roma.

All’arrivo in zona Ippodromo ci accoglie un’Appia in fila quasi immobile mentre via di Capanelle è tutto un lampeggiare di lamiere e passi frettolosi. Noi siamo sul bilico del ritardo ma troviamo il giusto buco in tempo in tempo per un kebab volante.

Il pratone è molto grande, tanta gente ma non c’è calca. Buona atmosfera. Tra il pubblico c’è un po’ di tutto,  non piove. Poi la musica. Suggestiva, spesso bella.

Alle spalle del gruppo un grande schermo e appesi una ventina dischermi mobili che proiettano varie immagini e frammenti sovrapposti della band in diretta. Ogni brano si porta dietro una scenografia.

Buonissima sensazione, forse un po’ basso il volume? Ma tu vedi? Sì, no, sì. Ballate, rock, elettronica, una voce bellissima, qualche virtuosismo.

Il ritorno è il solito delirio, e mi domando quanti gruppi sono commerciali e fanno Musica vera.

Su YouTube si trova qualche video.

Ah, hanno dedicato The Daily Mail a Berlusconi.

Ecco le prove che al concerto c’eravamo (e che io e il mio smartphone dovremmo rinunciare alla fotografia…):

Aggiungi un commento








Articoli correlati: