Pilates, quando la ginnastica dolce torna di moda

Sempre più frequentemente sentiamo utilizzare questa parola dal suono esotico, vagamente spagnoleggiante a causa di questa consonante finale. Sembra piacere a tutti e a tutte le fasce d’età, dai più giovani a chi è più in avanti con gli anni, dagli uomini alle donne e ai più piccoli. Anche molti tra i più noti volti hollywoodiani hanno cominciato a praticare questo tipo di ginnastica dolce e ne vantano le mille qualità: stiamo parlando del pilates, un sistema codificato nel secolo scorso dal l’insegnante tedesco Joseph Pilates, il quale è stato tra i primi ad individuare nello stile di vita moderno una delle principali cause di determinati malesseri.

pilates

Sei sono i principi basilari di questa pratica: la respirazione, il baricentro, la precisione, la concentrazione, il controllo e la fluidità. Il primo di questi principi è mutuato da una delle arti orientali più note anche in occidente: si tratta dello yoga, sebbene venga applicato in maniera apparentemente opposta: l’espirazione, infatti, avviene, nel pilates, solo nel momento di maggiore sforzo; il baricentro è sinonimo di equilibrio, che ha una valenza spirituale oltre che fisica, ispirando il praticante al superamento dei propri limiti e ad una continua sfida con se stesso, motivi per il quale questi è invitato al perseguimento della precisione, costituente il terzo principio. Non è possibile raggiungere un buon livello di precisione senza la concentrazione, naturalmente, e senza aver sviluppato una buona dose di controllo, il quinto principio, tanto della mente quanto del proprio corpo. La fluidità, infine, è ciò che si ottiene solo come summa dell’acquisizione dei principi precedenti.

La pratica del pilates è strettamente correlata alla correzione di una postura che, come menzionato all’inizio di questo articolo, viene costantemente minata da uno stile di vita sempre meno rispettoso della salute, potremmo dire tanto interiore quanto esteriore. Ecco, dunque, che torna utile per ricollegarsi un po’ a se stessi e strapparsi ai ritmi concitati dei nostri giorni e, contestualmente, ricalibrare il proprio organismo alla ricerca del proprio baricentro.

Lavorare sul baricentro consente, oltre al rafforzamento dei muscoli che consentono un miglioramento della propria postura, di assicurarsi un guadagno generalizzato del proprio livello di salute. Diversi disagi, infatti, è risaputo, sono strettamente correlati ad una postura non ottimale. Il pilates non ha particolari prerequisiti ed è praticabile da chiunque: perché non provare?

Aggiungi un commento








Articoli correlati: